Nel 2008 ho iniziato a registrare, raccogliere materiali e coinvolgere persone. Volevo che fossero gli altri a raccontare la Pisa in cui io stessa sono cresciuta. In ognuno di loro c’è una parte della città che parla, spesso la parte più vitale, artistica, indipendente. Racconto chi sono ora, cosa fanno, cosa vogliono dire. E attraverso le loro storie racconto l’esperienza di chi sceglie di creare, di esprimersi, di perseguire ciò che ama e di guadagnarsi, a costo di un bel po’ di fatica, il proprio spazio di libertà. Alcuni di loro si sono affermati nel panorama nazionale. Mi sono chiesta se avrebbero avuto lo stesso successo se fossero nati a Milano, o in un’altra grande città. Non sono riuscita a darmi una risposta. 

Maria Teresa Soldani

diaripisani

Diari Pisani è un progetto di videodocumentari che racconta in capitoli le storie dei protagonisti della scena artistica contemporanea di Pisa.

Il progetto nasce nel 2008 da un’idea di Maria Teresa Soldani, autrice e regista della serie, che decide di puntare la videocamera sugli artisti della propria città: musicisti, fumettisti, scrittori, illustratori. Una piccola comunità di persone, compagni di viaggio che hanno condiviso la vitalità della scena culturale pisana, arricchendola con la scelta di una ricerca artistica indipendente. Diari Pisani ne racconta il percorso, con l’obiettivo di far emergere da ciascuno di loro scorci della città in cui sono cresciuti, attraverso lo sguardo di chi sono ora.

Un’indagine di tipo documentaristico, ma anche un prodotto sperimentale, modulare nella forma e imprevedibile nell’estetica. Perché la forma-diario non impone rigidità strutturali o stilistiche e stimola ogni volta la ricerca di una forma di videodocumentario personale che racconti il soggetto, cogliendone così, come in un diario, i diversi ritratti. È una forma più confidenziale e meno distaccata che omaggia ed esalta la specificità di ogni protagonista senza appiattirlo su un unico format. Un linguaggio sempre diverso quindi, che si avvicina a quello cinematografico per sconfinare nella video arte e creare suggestive ibridazioni con altre tecniche, come l’illustrazione.
I primi tre capitoli di Diari Pisani sono interamente autoprodotti da C-Frames Production, mentre i prossimi tre sono realizzati grazie alla campagna di crowdfunding portata a termine con successo su Eppela.com.

DISTRIBUZIONE

Diari Pisani nasce ‘dal basso’, e ‘dal basso’ cerca supporto per essere distribuito. Il progetto punta a diventare un prodotto cross-mediale attraverso il sito di C-Frames Production e la piattaforma Vimeo, oltre ad avere una distribuzione sul territorio nazionale tramite reti televisive, festival, eventi e proiezioni in situazioni non convenzionali come mostre, concerti, performance degli artisti protagonisti e in spazi aperti al pubblico come librerie, caffè e circoli.