Tuono Pettinato è il primo capitolo di Diari Pisani, la serie di videodocumentari dedicata agli esponenti della scena artistica e culturale contemporanea di Pisa. Classe 1976, ironico e sapiente fumettista, Tuono Pettinato è un Karateka della cultura, cintura nera di erudizione.

Co-fondatore di Donna Bavosa e Superamici, con i quali pubblica il periodico «Hobby Comics» per l’editrice Grrrzetic. Realizza i Suberoi per la rivista «ANIMAls», i Ricattacchiotti per «XL». Ha illustrato numerosi libri per ragazzi per Campanila e collaborato a molti albi a fumetti collettivi. Collabora, con il collettivo Baffi, a un blog di satira di gusto ottocentesco. Ha pubblicato un fumetto su Galileo e disegnato una mostra su Darwin assieme a personcine di scienza a lui congeniali. Suoi disegni sono apparsi anche sulle pagine di «Vice» e «Rolling Stone».

Va matto per il tè freddo e per il buon conversare. E oltre a parlarci di cosa c’è dentro e dietro le sue storie, Tuono racconta aneddoti, stralci di strisce, bozzetti, ascolti musicali, spunti di storie passate e future. Fil rouge della narrazione, il disegno murale di Bastardi da Guerra – i suoi “cani reduci del Vietnam” presentati in mostra alla Ram Hotel di Bologna (nov 2009-gen 2010) e a breve editi sulla free press romana Pic Nic – che Tuono elabora, sviluppa e conclude a ridosso delle mura della Cappella di Sant’Agata a Pisa. Ad accompagnarlo solo il suono dei gabbiani sul vicino specchio dell’Arno. E chiunque fosse interessato a girare un documentario sul fumetto, aspetti il finale del video…

Soggetto, regia, fotografia: Maria Teresa Soldani
Suono: Maria Teresa Soldani, Eugenio Mazzetto
Montaggio e postproduzione: Maria Teresa Soldani
Musica: Gardening at Night, Five Impossible Dreams, Laghetto, Violent Breakfast
Durata: 30’

C-Frames Production 2010 ©

CONDIVIDI:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>